• LoginBet Staff

SERIE A, 11^ GIORNATA: PROBABILI FORMAZIONI, QUOTE E CONSIGLI

Aggiornamento: 25 ott

Dopo un quarto di campionato è sempre il Napoli a comandare il gruppone di testa seguito da Atalanta, Milan, Roma, Lazio e Udinese con Inter e Juventus attardate.

Fra i match più interessanti del decimo turno di Serie A segnaliamo Fiorentina-Inter e Roma-Napoli. Di seguito tutte le informazioni utili per scommettere sul weekend di campionato con le quote di Loginbet.


JUVENTUS - EMPOLI venerdì ore 20,45

Quote Loginbet: 1(1,45) x(4,50) 2(7,20)


Statistiche da seguire:


L’Empoli ha incassato solo 11 gol finora (ottavo posto tra le migliori difese): dopo le prime 10 partite di un campionato di Serie A questo è il secondo miglior risultato dei toscani (hanno fatto meglio solo nel 2006/07, con nove reti incassate a questo punto del torneo). Con quella contro il Torino, la Juventus ha portato a sei le sue marcature su palla inattiva in questo campionato (solo il Napoli con nove e la Roma con sette hanno fatto meglio) – tre degli ultimi cinque gol bianconeri in Serie A sono arrivati in questo modo. L’Empoli però ha subito finora un solo gol su palla inattiva (Dia contro la Salernitana), primato del torneo in corso condiviso con il Napoli.


Filip Kostic è secondo tra i centrocampisti per cross su azione in questo campionato dietro Antonio Candreva (48 vs 60) e terzo per cross su azione riusciti tra i centrocampisti (otto, dietro a Candreva 10 e Bandinelli nove). Dusan Vlahovic ha segnato tre gol in tre sfide contro l’Empoli in Serie A, inclusa la sua prima doppietta con la maglia della Juventus (lo scorso 26 febbraio al Castellani) – il serbo ha messo a referto cinque gol nelle cinque partite di questo campionato disputate all’Allianz Stadium.


Probabili formazioni:


JUVENTUS (3-5-2): Szczesny; Danilo, Bonucci, Alex Sandro; Cuadrado, Locatelli, Paredes, Rabiot, Kostic; Vlahovic, Milik.


EMPOLI (4-3-1-2): Vicario; Stojanovic, De Winter, Luperto, Parisi; Haas, Marin, Bandinelli; Baldanzi; Destro, Satriano.


SALERNITANA - SPEZIA sabato ore 15

Quote Loginbet: 1(2,02) x(3,40) 2(3,85)


Statistiche da seguire:


Lo Spezia ha perso le ultime cinque trasferte di Serie A (tutte quelle di questa stagione), parziale in cui non ha segnato nemmeno un gol e ne ha subiti 12; l’ultima squadra a perdere almeno sei gare di fila fuori casa senza andare a bersaglio nel massimo torneo è stata il Livorno nel 2013/14 (sette) e l’unica nella storia a farlo nelle prime sei trasferte di un campionato di Serie A è stata il Napoli nel 1939/40. La Salernitana – nonostante la sconfitta con l’Inter – ha tre punti in più rispetto ai sette conquistati nelle prime 10 partite della scorsa Serie A; anche lo Spezia ha fatto leggermente meglio rispetto allo scorso torneo (nove punti conquistati contro otto); entrambe le formazioni uscirono sconfitte nell’undicesima partita del torneo 21/22.


Nessun difensore ha completato più dribbling di Pasquale Mazzocchi (17, come Fabiano Parisi) in questa Serie A: il laterale campano è l’unico giocatore di movimento della Salernitana ad aver iniziato da titolare ognuno dei 10 match di questo campionato. Antonio Candreva ha sempre segnato nelle due occasioni in cui ha affrontato lo Spezia in Serie A nel girone di andata (entrambe con la maglia della Sampdoria): gol al Picco nel gennaio 2021 e rete al Ferraris di Genova nell’ottobre 2021.


Probabili formazioni:


SALERNITANA (3-5-2): Sepe; Bronn, Daniliuc, Lovato; Candreva, Kastanos, L. Coulibaly, Vilhena, Mazzocchi; Dia, Piatek.


SPEZIA (4-3-3): Dragowski; Amian, Ampadu, Caldara, Nikolaou; Agudelo, Kiwior, Bourabia; Holm, Nzola, Gyasi.


MILAN - MONZA sabato ore 18

Quote Loginbet: 1(1,39) x(4,95) 2(7,60)


Statistiche da seguire:


Era dal 1992/93 che il Milan non vinceva almeno sette delle prime 10 partite di un campionato di Serie A nell’annata successiva alla vittoria di uno Scudetto: in quella stagione poi bissò il titolo dell’anno precedente. Il Monza ha raccolto 10 punti in queste prime 10 giornate: considerando i precedenti 20 campionati di Serie A, solo quattro su 34 neopromosse (12%) che hanno totalizzato almeno questo bottino nelle prime 10 partite giocate, sono poi retrocesse a fine stagione (Benevento 2020/21, Frosinone 2015/16, Brescia 2010/11 e Lecce 2008/09).


La rete di Tonali contro il Verona è stata la seconda del Milan in questo campionato in seguito a un attacco verticale (solo Sassuolo e Lecce ne contano di più in questo modo, tre ciascuna): quella rossonera è la formazione di questa Serie A che ha collezionato più attacchi verticali finora (31). Ante Rebic è il giocatore che ha fornito più assist subentrando a gara in corso in questa Serie A (due) e uno dei quattro giocatori – con Beto, Luis Alberto e Pedro (tutti a quota tre) - ad aver partecipato attivamente a più reti dopo essere entrato dalla panchina (un gol e due assist).


Probabili formazioni:


MILAN (4-2-3-1): Tatarusanu; Kalulu, Gabbia, Tomori, Theo Hernandez; Tonali, Bennacer; Messias, De Ketelaere, Leao; Giroud.


MONZA (3-4-3): Di Gregorio; Donati, Pablo Marì, Marlon; Ciurria, Colpani, Sensi, Carlos Augusto; Pessina, Mota, Caprari.


FIORENTINA - INTER sabato ore 20,45

Quote Loginbet: 1(3,60) x(3,40) 2(2,09)


Statistiche da seguire:


La Fiorentina ha segnato solo otto reti in questo campionato, soltanto nel 1986/87 i viola hanno realizzato meno gol dopo le prime 10 partite stagionali di Serie A (sette in quel caso). L’Inter ha migliorato il suo rendimento difensivo: nelle ultime tre gare di campionato ha concesso esattamente tre tiri nello specchio agli avversari (tre sia contro Salernitana, che contro Sassuolo e Roma), dopo che in sei delle precedenti sette giornate ne aveva ricevuti dai quattro in su (record di sette contro Torino e Lazio).


Giacomo Bonaventura ha preso parte a sette gol contro l’Inter in Serie A (quattro reti e tre assist), contro nessun’altra squadra ha fatto meglio nel torneo (al pari della Sampdoria) – inclusa una doppietta con la maglia dell’Atalanta al Meazza il 23 marzo 2014. La Fiorentina è la vittima preferita di Hakan Çalhanoglu in Serie A: quattro reti, tre delle quali all’Artemio Franchi. Il centrocampista turco ha anche fornito quattro assist contro i viola nel torneo, contro nessun’altra squadra ha servito più passaggi vincenti.


Probabili formazioni:


FIORENTINA (4-3-3): Terracciano; Dodò, Milenkovic, Igor, Biraghi; Barak, Mandragora, Bonaventura; Kouamé, Cabral, Gonzalez.


INTER (3-5-2): Onana; Skriniar, Acerbi, Bastoni; Dumfries, Barella, Calhanoglu, Mkhitaryan, Gosens; Lautaro, Dzeko.


UDINESE - TORINO domenica ore 12,30

Quote Loginbet: 1(2,07) x(3,30) 2(3,80)


Statistiche da seguire:


L’Udinese arriva da due pareggi consecutivi contro Atalanta e Lazio: i friulani non impattano in tre gare di fila nel massimo campionato da un anno (quattro nell’ottobre 2021) – la squadra bianconera è inoltre imbattuta da nove gare (6V, 3N) e non mantiene l’imbattibilità per 10 gare all’interno dello stesso torneo di Serie A da marzo 2011, con Guidolin in panchina. Considerando le ultime sette giornate di campionato, il Torino ha perso ben cinque volte (1V, 1N): nessuna formazione conta più sconfitte in Serie A nel periodo (cinque anche il Verona e la Sampdoria) – nonostante questo la formazione granata dopo i primi 10 turni di campionato ha lo stesso rendimento della passata stagione (11 punti conquistati).


Gerard Deulofeu è il giocatore che in questo campionato ha partecipato a più conclusioni (66 tra occasioni create per i compagni, 34, e tiri effettuati, 32), il giocatore che ha colpito più legni (quattro) e il primo attaccante per dribbling completati (16). Da quando è approdato in granata (30 gennaio 2022), il Torino vanta una percentuale di vittorie del 42% e una media punti di 1.7 a partita con Samuele Ricci titolare (12 gare) e una percentuale di vittorie del 14% con media punti di 0.6 nelle 14 partite senza di lui dal primo minuto.


Probabili formazioni:


UDINESE (3-5-2): Silvestri; Perez, Bijol, Ebosse; Pereyra, Lovric, Walace, Makengo, Udogie; Beto, Deulofeu.


TORINO (3-4-2-1): Milinkovic-Savic; Djidji, Buongiorno, Rodriguez; Aina, Lukic, Ricci, Vojvoda; Vlasic, Radonjic; Pellegri.



BOLOGNA - LECCE domenica ore 15

Quote Loginbet: 1(2,21) x(3,15) 2(3,60)


Statistiche da seguire:


Il Lecce ha vinto solo una delle 13 trasferte contro il Bologna in Serie A (4N, 8P): 2-0 il 18 settembre 2011 grazie ai gol di Guillermo Giacomazzi e Carlos Grossmüller. Il Bologna ha vinto solo una delle 10 partite di questo campionato: 2-1 v Fiorentina l’11 settembre (4N, 5P), l’ultima volta che aveva registrato così pochi successi dopo altrettanti match stagionali di Serie A risaliva al 2003/04.


A partire dallo scorso campionato, il Bologna ha vinto il 29% delle partite in Serie A con Marko Arnautovic in campo (12/42), mentre senza l’attaccante austriaco la % di successi dei rossoblù scende al 17% (1/6). L’unica doppietta di Riccardo Orsolini in Serie A è stata messa a segno contro il Lecce, il 22 dicembre 2019 al Via Del Mare. Il classe ’97 è ancora alla ricerca del suo primo gol in questo campionato, la sua ultima rete risale infatti allo scorso 15 maggio contro il Sassuolo.


Probabili formazioni:


BOLOGNA (4-2-3-1): Skorupski; Posch, Bonifazi, Lucumi, Cambiaso; Medel, Ferguson; Aebischer, Dominguez, Barrow; Zirkzee.


LECCE (4-3-3): Falcone; Baschirotto, Pongracic, Umtiti, Pezzella; Gonzalez, Hjulmand, Askildsen; Strefezza, Ceesay, Banda.


ATALANTA - LAZIO domenica ore 18

Quote Loginbet: 1(2,01) x(3,65) 2(3,65)


Statistiche da seguire:


L’Atalanta ha vinto 36 delle 108 sfide contro la Lazio in Serie A (42N, 30P), solo contro il Bologna (37) la Dea ha ottenuto più successi nella sua storia nel massimo campionato. La Lazio è la squadra che ha segnato più reti contro l’Atalanta nella gestione Gasperini in Serie A: 22 gol biancocelesti in 12 sfide.


Ademola Lookman ha segnato in tre partite di fila per la prima volta nei maggiori cinque campionati europei; l’ultimo calciatore dell’Atalanta ad aver trovato la rete in quattro presenze di fila in Serie A è stato Mario Pasalic lo scorso maggio. Sergej Milinkovic-Savic ha realizzato quattro gol contro l’Atalanta in Serie A, inclusa la sua prima doppietta nel torneo (17 dicembre 2017 a Bergamo); solo contro l’Inter (cinque reti) il serbo ha segnato di più nel massimo campionato italiano


Probabili formazioni:


ATALANTA (3-4-2-1): Sportiello; Okoli, Demiral, Scalvini; Hateboer, De Roon, Koopmeiners, Soppy; Ederson; Lookman, Muriel.


LAZIO (4-3-3): Provedel; Lazzari, Patric, Romagnoli, Marusic; Milinkovic-Savic, Cataldi, Vecino; Felipe Anderson, Pedro, Zaccagni.


ROMA - NAPOLI domenica ore 20,45

Quote Loginbet: 1(2,90) x(3,45) 2(2,42)


Statistiche da seguire:


La Roma ha vinto gli ultimi tre match di campionato, con José Mourinho i giallorossi non hanno mai registrato quattro successi di fila in Serie A, l’ultima volta risale all’agosto 2020 con Paulo Fonseca alla guida. Il Napoli ha vinto tutte le ultime 10 partite tra Serie A e Champions League, solo una volta i partenopei hanno ottenuto 11 successi di fila nella loro storia in tutte le competizioni dal 1929/30: tra aprile e settembre 1986 con Ottavio Bianchi in panchina.


Andrea Belotti ha segnato cinque gol contro il Napoli in Serie A, incluse le sue prime due reti in assoluto nel torneo (doppietta il 24 settembre 2014 con il Palermo). Il classe ’93 è alla ricerca del primo gol in campionato con la maglia della Roma, la sua ultima marcatura in Serie A risale infatti allo scorso 1° maggio, tripletta contro l’Empoli con il Torino. Khvicha Kvaratskhelia ha preso parte a 13 gol in 14 partite in questa stagione con il Napoli in tutte le competizioni (sette reti e sei assist), più di qualsiasi altro calciatore di Serie A nel 2022/23.


Probabili formazioni:


ROMA (3-4-2-1): Rui Patricio; Mancini, Smalling, Ibanez; Zalewski, Camara, Cristante, Spinazzola; Zaniolo, Pellegrini; Abraham.


NAPOLI (4-3-3): Meret; Di Lorenzo, Kim, Juan Jesus, Mario Rui; Ndombele, Lobotka, Zielinski; Lozano, Osimhen, Kvaratskhelia.


CREMONESE - SAMPDORIA domenica ore 18,30

Quote Loginbet: 1(2,43) x(3,30) 2(2,90)


Statistiche da seguire:


La Cremonese ha perso le ultime due partite allo Zini in campionato: i grigiorossi non hanno mai registrato tre sconfitte casalinghe di fila in Serie A. La Sampdoria non ha ancora vinto in 10 match di questo campionato (3N, 7P), solo una volta il club blucerchiato non ha registrato alcun successo nelle prime 11 partite stagionali di Serie A: nel 1972/73.


Cyriel Dessers ha segnato negli ultimi due match di campionato: l’ultimo calciatore della Cremonese ad aver trovato il gol in almeno tre presenze di fila in Serie A è stato Enrico Chiesa nel giugno 1995 (cinque in quel caso). Solo Mattia Zaccagni (38) ha subito più falli di Abdelhamid Sabiri (26) nella Serie A 2022/23; il classe ’96 è però il calciatore che ha commesso più falli nel campionato in corso (20).


Probabili formazioni:


CREMONESE (4-2-3-1): Carnesecchi; Sernicola, Bianchetti, Lochoshvili, Valeri; Ascacibar, Castagnetti; Zanimacchia, Pickel, Okereke; Dessers.


SAMPDORIA (4-4-2): Audero; Bereszynski, Ferrari, Colley, Augello; Sabiri, Rincon, Villar, Djuricic; Gabbiadini, Caputo.


SASSUOLO - VERONA lunedì ore 20,45

Quote Loginbet: 1(1,95) x(3,60) 2(3,75)


Statistiche da seguire:


Il Sassuolo ha perso l’ultimo match casalingo di campionato (1-2 v Inter), con Alessio Dionisi alla guida i neroverdi non hanno mai registrato due sconfitte di fila al MAPEI Stadium in Serie A – l’ultima volta risale all’ottobre 2019 con Roberto De Zerbi (tre in quel caso). Il Verona ha perso gli ultimi cinque match di campionato, solo due volte nella sua storia in Serie A ha registrato almeno sei sconfitte di fila: tra aprile e maggio 2018 (sette) e tra gennaio e marzo 1979 (sette).


Nel match d’esordio di Salvatore Bocchetti alla guida del Verona contro il Milan, gli scaligeri hanno effettuato ben 19 tiri totali, in nessun’altra partita di questo campionato il club veneto ne ha tentati di più. Hamed Traorè ha trovato il gol nei suoi ultimi due match contro il Verona in campionato, nessun centrocampista del Sassuolo ha mai segnato in tre sfide di fila contro una singola avversaria in Serie A.


Probabili formazioni:


SASSUOLO (4-3-3): Consigli; Toljan, Ruan, Erlic, Rogerio; Frattesi, Lopez, Thorstvedt; Ceide, Pinamonti, Laurienté.


VERONA (3-4-1-2): Montipò; Hien, Gunter, Ceccherini; Faraoni, Veloso, Tameze, Depaoli; Verdi; Piccoli, Henry.