• LoginBet Staff

MONDIALI QATAR 2022: OGGI INIZIA LA SECONDA GIORNATA DELLA FASE A GIRONI

Ora che tutte e 32 le nazionali impegnati nel Mondiale qatariota sono scese in campo, è tempo di immergersi nella seconda giornata della fase a gironi, con punti che possono già risultare decisivi.

Per il gruppo A va in scena Qatar-Senegal e Olanda-Ecuador mentre per il gruppo B le sfide in programma sono Galles-Iran e Inghilterra-USA. Di seguito tutte le informazioni utili per scommettere con le quote di Loginbet.

GALLES-IRAN venerdì ore 11 (GRUPPO B)

Quote Loginbet: 1(2,09) x(3,20) 2(3,85)

Secondo incrocio in assoluto tra Galles e Iran, dopo quello vinto, per 1-0, dai Red Dragons nell'aprile 1978, grazie alla rete di Phil Dwyer. Il Galles ha affrontato avversarie asiatiche sette volte (5V, 2N) nella sua storia, subendo soltanto un gol e tenendo la porta inviolata in sei occasioni nel parziale. Nell’ultima partita di questa serie, i Red Dragons hanno vinto per 6-0 contro la Cina nel marzo 2018. L’Iran non ha mai vinto contro una avversaria europea nei nove precedenti (2N, 7P) di Coppa del Mondo, incassando 20 gol nel parziale, sei dei quali nel match di esordio perso contro l’Inghilterra (6-2). Quattro delle sei partite giocate dal Galles ai Mondiali sono terminate in parità (67%): nessuna squadra vanta una percentuale più alta nella storia della competizione.

L'Iran ha perso (6-2) contro l'Inghilterra nel primo turno - è la quarta volta in sei partecipazioni che la nazionale asiatica esce sconfitta nella gara di esordio ai Mondiali – e soltanto in un’occasione ha subito due ko nelle prime due sfide di una Coppa del Mondo: nel 2006. Carlos Queiroz ha vinto soltanto due delle 11 partite (4N, 5P) di Coppa del Mondo tra Portogallo e Iran. Le squadre da lui allenate avevano subito solo sette gol nelle prime 10 gare prima della sconfitta per 6-2 dell'Iran contro l'Inghilterra. Gareth Bale ha collezionato 109 presenze con il Galles in tutte le competizioni: record nella storia di questa nazionale, condiviso con il compagno di squadra Chris Gunter.

Ben 10 dei 14 gol del Galles negli ultimi tre maggiori tornei (EURO e Coppa del Mondo) hanno visto almeno uno tra Gareth Bale o Aaron Ramsey come marcatore o assistman. Nonostante sia subentrato soltanto nel secondo tempo, Kieffer Moore è il giocatore del Galles che ha partecipato a più tiri (3, due conclusioni e un’occasione creata) nel match contro gli Stati Uniti nel primo turno, giocando anche cinque palloni in area avversaria, ovvero almeno due in più di qualsiasi altro compagno di squadra. Mehdi Taremi è diventato il primo giocatore iraniano a segnare più di un gol ai Mondiali, grazie alla doppietta firmata contro l'Inghilterra nella prima giornata, e il primo calciatore di un paese asiatico ad andare a bersaglio più di una volta in una partita di Coppa del Mondo.

PROBABILI FORMAZIONI

GALLES (3-4-3): Hennessey; Mepham, Rodon, B. Davies; C. Roberts, Ramsey, Ampadu, N. Williams; Bale, Moore, Wilson.

IRAN (5-3-2): S. Hosseini; Moharrami, Pouraliganji, Kanaani, M. Hosseini, Mohammadi; Nourollahi, Ezatolahi, Hajisafi; Azmoun, Taremi.


QATAR-SENEGAL venerdì ore 14 (GRUPPO A)

Quote Loginbet: 1(5,70) x(3,75) 2(1,64)

Questa sarà la prima sfida tra Qatar e Senegal, ma anche la prima volta in cui i Leoni della Teranga affronteranno la nazionale ospitante in una partita di un Mondiale. L'unico precedente del Senegal contro un'avversaria dell'AFC al Mondiale risale all'ultimo torneo in Russia, quando i Leoni rimontarono due volte lo svantaggio nel pareggio per 2-2 con il Giappone. Le nazionali asiatiche hanno vinto due delle tre partite contro squadre africane nella Coppa del Mondo 2018 (1N), dopo aver perso due delle tre sfide nell'edizione del 2014 (1N).

Il Qatar è il primo paese ospitante nella storia dei Mondiali a perdere il primo match di un’edizione della competizione; soltanto quattro nazionali ospitanti hanno subito due sconfitte di fila in Coppa del Mondo: Spagna nel 1982, USA nel 1994, Corea del Sud nel 2002 e Brasile nel 2014. Il Qatar non ha effettuato tiri nello specchio nella sfida contro l'Ecuador: è la prima nazione ospitante a non contarne alcuno in una partita dei Mondiali dal match giocato dagli Stati Uniti, contro il Brasile, agli ottavi di finale del 1994. Il Senegal ha perso le ultime due partite del Mondiale, dopo che aveva subito soltanto una sconfitta nelle sette precedenti (3V, 3N): questi tre ko rappresentano le uniche tre sfide in cui la nazionale africana non ha trovato il gol nel torneo.

Dopo avere tenuto la porta inviolata nella prima partita di Coppa del Mondo contro la Francia nel 2002, il Senegal ha subito gol in ciascuna delle ultime gare nella competizione. Il Qatar non ha effettuato alcuna conclusione nello specchio contro l’Ecuador nella prima giornata; dal 1966, soltanto una squadra non ha contato alcun tiro nello specchio della porta avversaria per più partite consecutive di un Mondiale: gli Stati Uniti contro Repubblica Ceca e Italia nel 2006.

Il Senegal ha effettuato 15 tiri nella partita di esordio contro l’Olanda, persa per 2-0: soltanto contro la Svezia negli ottavi di finale del 2002, i Leoni hanno concluso più volte (26) in una singola gara di Coppa del Mondo. Ismaïla Sarr ha effettuato più tiri (3) e creato più occasioni (4) di qualsiasi altro giocatore del Senegal contro l’Olanda nella prima giornata: l'ala è stata coinvolta nel 47% dei tentativi totali (7/15) nel corso del match.

PROBABILI FORMAZIONI

QATAR (5-3-2): Al Sheeb; Ro-Ro, Al-Rawi, Khoukhi, Ahmed, A. Hassan; Al Haydos, Boudiaf, Hatem; Ali, Afif.

SENEGAL (4-3-3): E. Mendy; Sabaly, Koulibaly, Cissé, Jakobs; P. Gueye, Gana Gueye, N. Mendy; Diatta, Dia, I. Sarr.

OLANDA-ECUADOR venerdì ore 17 (GRUPPO A)

Quote Loginbet: 1(1,78) x(3,60) 2(4,75)

Questa è soltanto la terza sfida ad andare in scena tra Olanda ed Ecuador: i due precedenti risalgono alle amichevoli di marzo 2006 (vittoria dell’Olanda per 1-0) e maggio 2014 (pareggio per 1-1). L’Olanda ha perso solo due delle 14 partite (8V, 4N) di Coppa del Mondo contro avversarie sudamericane: sconfitte in finale contro l'Argentina nel 1978 e il Brasile ai quarti di finale nel 1994. L'Ecuador ha vinto soltanto due dei sette incontri (1N, 4P) di Coppa del Mondo disputati contro squadre europee, ovvero quelli contro la Croazia nel 2002 e la Polonia nel 2006.

L'Ecuador ha tenuto la porta inviolata nelle ultime sette partite (3V, 4N) considerando tutte le competizioni: l'argentino Julián Álvarez è stato l'ultimo giocatore a trovare il gol contro questa avversaria lo scorso marzo. L’Olanda non ha subito gol nelle ultime quattro gare di Coppa del Mondo: si tratta della serie più lunga registrata dagli Orange nella competizione. L'ultima nazionale a mettere in fila cinque ‘clean sheet’ consecutivi ai Mondiali è stata la Svizzera, tra il 2006 e il 2010. L’Olanda è rimasta imbattuta nelle ultime 14 partite della fase a gironi di Coppa del Mondo: soltanto la Germania (16 tra il 1990 e il 2010) e il Brasile* hanno infilato una serie più lunga di gare senza sconfitte nel torneo. *Il Brasile non perde da 15 incontri e potrebbe arrivare a 16 quando i Paesi Bassi giocheranno di nuovo.

L'Ecuador potrebbe vincere due partite consecutive nella stessa edizione di Coppa del Mondo per la seconda volta: la prima nel 2006, quando si qualificò alle fasi a eliminazione diretta. Enner Valencia ha segnato tutti gli ultimi 5 gol dell’Ecuador ai Mondiali; il record di reti consecutive di uno stesso giocatore per una singola nazionale in Coppa del Mondo è di 6 e appartiene a Eusébio (con il Portogallo nel 1966), Paolo Rossi (con l’Italia nel 1982) e Oleg Salenko (con la Russia nel 1994). Louis van Gaal non ha perso alcuna delle otto partite di Coppa del Mondo (6V, 2N esclusa la lotteria dei calci di rigore); tra gli allenatori, soltanto Vittorio Pozzo (9 – 8V, 1N) conta più gare nella competizione senza sconfitte.

Con i gol di Davy Klaassen e Cody Gakpo contro il Senegal, l’Olanda ha segnato con due giocatori diversi alla loro prima presenza in Coppa del Mondo per la prima volta da Wim Jonk e Gaston Taument, nel match del 1994 contro l'Arabia Saudita; mentre Memphis Depay (nel 2014) è l'unico calciatore olandese a essere andato a bersaglio in entrambe le prime due partite della competizione.

PROBABILI FORMAZIONI

OLANDA (3-4-1-2): Noppert; de Ligt, van Dijk, Aké; Dumfries, Berghuis, de Jong, Blind; Gakpo; Depay, Bergwijn.

ECUADOR (4-4-2): Galindez; An. Preciado, Torres, Hincapié, Estupinan; Plata, Mendez, Caicedo, Ibarra; Valencia, Estrada.

INGHILTERRA-USA venerdì ore 20 (GRUPPO B)

Quote Loginbet: 1(1,58) x(4,05) 2(5,60)

Terzo confronto tra Inghilterra e Stati Uniti in Coppa del Mondo, dopo la vittoria per 1-0 degli Stati Uniti nel 1950 e il pareggio per 1-1 nel 2010. Considerando tutte le competizioni, l'Inghilterra ha vinto otto delle 11 partite (1N, 2P) contro gli USA. L'ultima sconfitta degli inglesi contro questi avversari risale al giugno 1993 (0-2); da allora, quattro vittorie e un pareggio. L'Inghilterra ha vinto per 3-0 l'ultima sfida giocata contro gli Stati Uniti, in un'amichevole del novembre 2018: in questa partita, Trent Alexander-Arnold e Callum Wilson hanno segnato i loro unici gol con la maglia dei Tre Leoni.

Gli Stati Uniti hanno subito gol in tutte le ultime 18 partite di Coppa del Mondo disputate contro nazioni europee (32 le reti incassate finora); l’ultima volta in cui gli USA hanno tenuto la porta inviolata contro queste avversarie risale alla vittoria per 1-0 contro l’Inghilterra, nel 1950. Dopo il successo per 6-2 contro l'Iran nel primo turno, l'Inghilterra potrebbe vincere le prime due partite di Coppa del Mondo per la quarta volta, dopo esserci riuscita nel 1982, 2006 e 2018; nella seconda gara dei Mondiali 2018, i Tre Leoni vinsero 6-1 contro Panama. Quella degli Stati Uniti è la nazionale che ha giocato più partite (34) ai Mondiali senza mai pareggiare a reti inviolate, mentre l'Inghilterra è quella che conta più gare (11) terminate 0-0 nella competizione.

L'Inghilterra ha portato a buon fine 716 passaggi nella sfida vinta per 6-2 contro l'Iran alla prima giornata: record in una partita di Coppa del Mondo dal 1966. John Stones ha completato 116 di questi passaggi (16%): anche in questo caso, record per un giocatore dell'Inghilterra in una gara dei Mondiali dal 1966. L'Inghilterra conta due giocatori di età pari o inferiore a 21 anni – Jude Bellingham (19) e Bukayo Saka (21) – che hanno segnato per la prima volta in una partita di Coppa del Mondo nel match vinto contro l'Iran nel primo turno. Nessun giocatore dell'Inghilterra ha mai trovato il gol per due gare consecutive a 21, o meno anni, ai Mondiali: finora Michael Owen è stato il più giovane a riuscirci, all'età di 22 anni, nel 2002.

Cinque giocatori diversi (Bellingham, Saka, Sterling, Rashford e Grealish) hanno segnato per l'Inghilterra nella prima sfida contro l'Iran; soltanto in una precedente edizione del Mondiale, i Tre Leoni hanno contato più marcatori differenti (6 nel 2018). Inoltre, nove giocatori hanno trovato il gol o fornito un assist con l’Inghilterra contro l'Iran: il numero più elevato per una squadra in una partita di Coppa del Mondo, dal 1974 (Jugoslavia vs Zaire). Timothy Weah ha segnato due gol nelle ultime quattro partite con la maglia degli Stati Uniti in tutte le competizioni - tanti quanti ne aveva realizzati nelle prime 22 gare – e potrebbe diventare soltanto il terzo giocatore ad andare a bersaglio in entrambe le prime due sfide con gli Stati Uniti a un Mondiale, dopo Bert Patenaude (1930) e Clint Dempsey (2014).

PROBABILI FORMAZIONI

INGHILTERRA (4-2-3-1): Pickford; Trippier, Stones, Dier, Shaw; Bellingham, Rice; Sterling, Mount, Saka; Kane.

STATI UNITI (4-3-3): Turner; Dest, Zimmermann, Ream, Robinson; McKennie, Adams, Musah; Aaronson, Weah, Pulisic.