• LoginBet Staff

MONDIALI QATAR 2022: ARGENTINA-ARABIA SAUDITA, DANIMARCA-TUNISIA, MESSICO-POLONIA, FRANCIA-AUSTRALIA

Martedì per i Mondiali Qatar 2022, scendono in campo il gruppo C e il gruppo D, in una maratona televisiva di 4 match dalle 11 del mattino fino alle 22 di sera, termine dell’ultimo match in palinsesto.

Grande attesa per l’esordio di Messi con la sua Argentina e di Mbappe con la sua Francia. Di seguito tutto quello che dovete sapere per scommettere su questi incontri con le quote di Loginbet. ARGENTINA - ARABIA SAUDITA martedì ore 11 Quote Loginbet: 1(1,16) x(7,20) 2(19,75) L'Argentina è imbattuta in tutti e quattro i precedenti incontri contro l'Arabia Saudita (2V, 2N), anche se questo sarà il primo incontro in assoluto tra le due squadre ai Mondiali. L'Argentina si è qualificata alla sua 18ª Coppa del Mondo, con Qatar 2022 che è la sua 13ª partecipazione consecutiva, la terza serie in corso più lunga dopo Brasile (22) e Germania (18). Dal 1978, solo la Germania (5) ha raggiunto la finale del torneo più volte dell'Argentina (4). Vincitrice nel 1978 e nel 1986, l'Argentina è una delle tre squadre sudamericane che hanno alzato il trofeo della Coppa del Mondo, insieme a Brasile (5 volte) e Uruguay (2 volte). L'Argentina ha superato il primo turno in 12 delle ultime 13 presenze in Coppa del Mondo, l'unica eccezione è stata nel 2002. L'Argentina ha perso tre delle ultime cinque partite ai Mondiali (1V, 1N), tante sconfitte quante nelle precedenti 24 (16V, 5N). Ha perso due partite nell'edizione del 2018 (0-3 vs Croazia e 3-4 vs Francia): è stata la prima volta che è stata sconfitta più di una volta in un unico torneo dal 1994. Questa sarà la sesta partecipazione dall’Arabia Saudia ai Mondiali. Queste partecipazioni sono arrivate nelle ultime otto edizioni del torneo, mancando la qualificazione solo nel 2010 e nel 2014. L'Arabia Saudita ha vinto solo tre delle 16 partite ai Mondiali (2N, 11P). Inoltre, ha tenuto la porta inviolata solo una volta in questi 16 incontri, battendo il Belgio per 1-0 nel 1994. Il 36% dei gol dell'Arabia Saudita ai Mondiali sono stati segnati su rigore (4 su 11), la percentuale più alta rispetto a qualsiasi altra squadra attualmente presente in questo torneo. Tutti i sei gol di Lionel Messi ai Mondiali sono stati segnati nella fase a gironi, senza mai trovare la rete in 756 minuti di gioco nella fase a eliminazione diretta del torneo. Allo stesso tempo, Messi è anche l'unico giocatore che ha servito un assist in ciascuno degli ultimi quattro tornei della Coppa del Mondo. L'allenatore dell'Argentina, Lionel Scaloni, che ha giocato una partita con questa nazionale nel Mondiale 2006, ha guidato l’Albiceleste alla vittoria della Copa América 2021. Nessun tecnico ha mai vinto sia la Copa América che la Coppa del Mondo sulla panchina dell'Argentina. Saleh Al Shehri dell'Arabia Saudita è stato il capocannoniere a pari merito con altri cinque giocatori nel terzo turno di qualificazioni AFC per Qatar 2022, grazie a quattro reti segnate; l'attaccante ha trovato la rete con tutti e quattro i tiri nello specchio. L'allenatore dell'Arabia Saudita, Hervé Renard, ha già guidato una squadra in Coppa del Mondo, il Marocco nell'edizione 2018, anche se la sua formazione non è riuscita a superare la fase a gironi e non è riuscita a vincere una sola partita (1N, 2P) PROBABILI FORMAZIONI ARGENTINA (4-4-2): E. Martinez; Foyth, Otamendi, Romero, Acuna; Di Maria, Paredes, De Paul, Mac Allister; Messi, Alvarez. ARABIA SAUDITA (4-2-3-1): Al-Owais; Al-Burayk, Al-Bulaihi, Al-Amri, Al-Shahrani; Kanno, Otayf; Al-Buraikan, Al-Faraj, S. Al-Dawsari; Al-Shehri. DANIMARCA - TUNISIA martedì ore 14 Quote Loginbet: 1(148) x(4,15) 2(7.45) Questo sarà il primo incontro tra Danimarca e Tunisia ai Mondiali. L’unico precedente tra le due formazioni è stato in un'amichevole 20 anni fa in Giappone, prima dell’edizione del 2002, dove la Danimarca vinse 2-1. La Danimarca è imbattuta contro squadre africane ai Mondiali (2V, 2N), mentre la Tunisia non ha mai avuto la meglio contro squadre europee nella competizione (3N, 7P). Questa sarà la sesta partecipazione della Danimarca in una Coppa del Mondo. È solo la seconda volta che si qualifica in due tornei consecutivi, dopo il 1998-2002. La Danimarca ha superato la fase a gironi in quattro delle cinque precedenti partecipazioni ai Mondiali, ma non è mai andata oltre i quarti di finale (1998, sconfitta per 3-2 contro il Brasile). Nessuno dei 30 gol della Danimarca ai Mondiali è arrivato con conclusioni da fuori area. Nessuna squadra ha segnato così tante volte nel torneo senza mai trovare la rete dalla lunga distanza. La Danimarca ha vinto nove delle 10 partite di qualificazione ai Mondiali, perdendo solo contro la Scozia. Nella fase a gironi delle qualificazioni europee ha mantenuto la porta inviolata più volte di qualsiasi altra squadra (8). Questa sarà la sesta partecipazione della Tunisia ai Mondiali, che non ha mai superato la fase a gironi. La Tunisia è stata la prima nazione africana a vincere una partita di Coppa del Mondo, superando il Messico per 3-1 nel 1978. La Tunisia ha perso il 60% delle partite giocate ai Mondiali (9/15), la terza percentuale più alta tra le squadre che hanno disputato almeno 15 incontri nella competizione, dietro solo all'Arabia Saudita (69% - 11/16) e all’Australia (63% - 10/16). La Tunisia non è riuscita a tenere la porta inviolata in 14 delle 15 partite ai Mondiali (25 gol subiti), l'unica eccezione è stata contro la Germania Ovest nel 1978 (0-0). Nessun giocatore della Danimarca ha segnato più gol nelle qualificazioni alla Coppa del Mondo 2022 di Joakim Maehle (5, al pari di Andreas Skov Olsen); inoltre, nessun giocatore è stato coinvolto in più gol di questa squadra nell’ultimo grande torneo internazionale di Maehle (3 – 2 gol e 1 assist a EURO 2020). Questo sarà il secondo grande torneo consecutivo per Kasper Hjumand come allenatore della Danimarca. Ha guidato i danesi alle semifinali di EURO 2020, la loro migliore prestazione in uno dei principali tornei dopo la vittoria di EURO 1992. Wahbi Khazri è stato coinvolto in ciascuna delle ultime quattro reti della Tunisia ai Mondiali (due gol e due assist). PROBABILI FORMAZIONI DANIMARCA (4-3-3): Schmeichel; Kristensen, Christensen, Kjaer, Maehle; Delaney, Hojbjerg, Eriksen; Skov Olsen, Dolberg, Damsgaard. Ct. Hjulmand. TUNISIA (4-3-3): Dahmen; Drager, Bronn, Talbi, Abdi; Chalaali, Laidouni, Skhiri; Msakni, Jaziri, Khazri. Ct. Khadri. MESSICO - POLONIA martedì ore 17 Quote Loginbet: 1(2,80) x(2,95) 2(2,85) L'unico precedente in Coppa del Mondo tra Messico e Polonia si è verificato nella fase a gironi dell'edizione 1978: gara chiusa con la vittoria della Polonia per 3-1. Il Messico parteciperà alla Coppa del Mondo per la 17ª volta, con Qatar 2022 che sarà l'ottava presenza consecutiva ad un’edizione della rassegna iridata. Nessuna squadra ha giocato tante partite quanto il Messico (57) ai Mondiali senza mai raggiungere la finale. Il Messico ha superato la fase a gironi in ciascuna delle ultime otto presenze in Coppa del Mondo, senza riuscirci l'ultima volta nel 1978. Inoltre i messicani hanno vinto la prima partita della fase a gironi in cinque delle ultime sei edizioni del mondiale (1N). Il Messico (otto) ha raccolto più clean sheet di qualsiasi altra nazionale durante il terzo turno delle qualificazioni CONCACAF per la Coppa del Mondo di quest'anno; solo il Canada, passato come primo del raggruppamento, ha subito meno gol (sette) in quella fase rispetto ai messicani (otto). La Polonia si è qualificata per la nona volta ad un’edizione del Mondiale; tuttavia, i polacchi non superano la fase a gironi dal 1986 e hanno perso otto delle ultime 11 partite giocate nel torneo. La Polonia ha vinto solo uno dei precedenti otto match d’esordio nelle edizioni dei Mondiali disputate (3N, 4P); vittoria 3-2 contro l'Argentina nel 1974, con doppietta di Grzegorz Lato. Gli ultimi cinque gol della Polonia ai Mondiali sono arrivati su calci piazzati (tre su calci d'angolo, due su punizioni indirette), con l’ultimo gol su azione nel torneo siglato 20 anni fa da Pawel Kryszalowicz contro gli Stati Uniti. Il portiere del Messico, Guillermo Ochoa, è stato l'unico a giocare in tutte e 14 le partite di qualificazione alla Coppa del Mondo 2022. Inoltre, ha giocato ciascuna delle otto partite della nazionale nelle ultime due edizioni del mondiale (2014 e 2018) e potrebbe diventare solo il secondo portiere del Messico ad apparire in tre distinti tornei di Coppa del Mondo dopo Antonio Carbajal (cinque dal 1950 al 1966). Il messicano Andrés Guardado potrebbe giocare la quinta edizione diversa della Coppa del Mondo, eguagliando il record di partecipazioni nel torneo; solo tre giocatori hanno giocato in cinque tornei iridati, tra cui due messicani (Antonio Carbajal e Rafael Márquez) e un tedesco (Lothar Matthäus). Robert Lewandowski ha preso parte a 13 gol nelle qualificazioni alla Coppa del Mondo 2022 (9 gol, 4 assist), più del doppio di qualsiasi altro giocatore polacco. Nella sua unica precedente apparizione in Coppa del Mondo (2018), l’attaccante ha giocato 270 minuti senza trovare la via del gol. PROBABILI FORMAZIONI MESSICO (4-3-3): Ochoa; Sanchez, Montes, Moreno, Gallardo; Guardado, Herrera, E. Alvarez; Lozano, Funes Mori, Vega. POLONIA (3-5-2): Szczesny; Bednarek, Glik, Kiwior; Cash, Zurkowski, Krychowiak, Zielinski, Zalewski; Milik, Lewandowski. FRANCIA - AUSTRALIA martedì ore 20 Quote Loginbet: 1(1,29) x(5,50) 2(10,60) La Francia ha vinto l’unico precedente al Mondiale contro l’Australia, aprendo l’edizione 2018 con il successo 2-1. Nella sfida sono stati assegnati due calci di rigore – entrambi realizzati – e c’è stata un’autorete. L’unico successo dell’Australia contro la Francia risale alla Confederations Cup del 2001 – vittoria 1-0 a Daegu in Corea del Sud, con rete di Clayton Zane. Negli altri quattro precedenti la Francia si è imposta tre volte e c’è stato un pareggio. La Francia si è qualificata al Mondiale per la 16a volta. Questa è la settima presenza consecutiva, la propria striscia migliore di sempre. Dal 1998, la Francia ha raggiunto la finale del Mondiale in tre delle sei edizioni disputate (1998, 2006, 2018), più di ogni altra nazionale nello stesso periodo. La Francia detentrice del titolo proverà a diventare la terza nazionale capace di vincere due Mondiali di fila dopo l’Italia (1934-1938) e il Brasile (1958-1962). Nelle ultime tre edizioni, però, la nazionale campione in carica è stata eliminata durante la fase a gironi (Italia 2010, Spagna 2014, Germania 2018). La squadra campione del mondo in carica ha vinto la propria gara d’apertura solamente in tre delle ultime 12 edizioni del Mondiale (4N, 5P) – la Germania nel 1994 e il Brasile, sia nel 1998 che nel 2006. Questa è la sesta presenza dell’Australia alla fase finale di un Mondiale. L’unica volta che i Socceroos hanno superato la fase a gironi è stato nel 2006, quando poi sono stati eliminati dall’Italia (poi campione) agli ottavi. L’Australia ha ottenuto un solo clean sheet nelle 16 partite disputate al Mondiale, 48 anni fa nello 0-0 contro il Cile nella fase a gironi dell’edizione disputata nel 1974. Tutti gli ultimi tre gol segnati dall’Australia al Mondiale sono stati su rigore e realizzati da Mile Jedinak. Tim Cahill è l’ultimo calciatore australiano capace di segnare su azione nel torneo, nel 2014 contro l’Olanda. Dall’inizio del Mondiale disputato nel 2014, Cristiano Ronaldo è l’unico giocatore europeo ad aver contribuito a più gol (17 in 18 partite) del francese Antoine Griezmann (15 in 23 partite) nei maggiori tornei internazionali (Mondiale ed Europeo). Questo sarà il quinto torneo internazionale consecutivo per Didier Deschamps da c.t. della Francia, un record per la Nazionale. Deschamps è uno dei tre ad aver vinto il Mondiale sia da calciatore che da allenatore, insieme a Mario Zagallo e Franz Beckenbauer – è stato il capitano della Francia nel 1998, giocando sei delle sette partite di quella edizione, prima di alzare il trofeo da c.t. nel 2018. PROBABILI FORMAZIONI FRANCIA (4-3-3): Lloris; Pavard, Varane, Upamecano, L. Hernandez; Tchouaméni, Fofana, Rabiot; Mbappé, Giroud, Griezmann. AUSTRALIA (4-2-3-1): Ryan; Atkinson, Rowles, Souttar, Behich; Irvine, Mooy; Leckie, Hrustic, Mabil; Maclaren.