• LoginBet Staff

Il punto sull'NBA: Warrios e Sixers al comando delle due Conference, ma siamo solo all'inizio

Dopo un mese e mezzo di regular season nel campionato di basket più bello al mondo, facciamo il punto della situazione division per division.

Fra statistiche, analisi e quote Loginbet, cerchiamo di fare qualche previsione su quello che potrà accadere nelle prossime settimane dall’altra parte dell’oceano.


ATLANTIC DIVISION


Al comando del gruppo atlantico nella eastern ci sono i Sixers, che lo scorso anno furono eliminati alle semifinali di conference da Atlanta, a sorpresa. Con un record di 8 vittorie e 3 sconfitte i ragazzi di Doc Rivers vantano la miglior percentuale al tiro (49.6%) e la quarta miglior differenza punti (+8,5 di media). Con un record di 7-4 troviamo Knicks e Nets. Brooklyn nello specifico ha iniziato col freno a mano tirato ma resta fra le maggiori pretendenti al titolo grazie anche al miglior realizzatore del campionato finora, quel Kevin Durant da 28,6 a partita. Chiudono quella che di fatto è la division più competitiva ad est, Raptors (6-5) e Celtics (4-6).


SOUTHEAST DIVISION


A comandare questa division sempre relativa all eastern conference, troviamo la coppia Heat-Wizards con 7 vittorie e 3 sconfitte. Miami, dopo l’exploit del 2020 cerca sta cercando di tornare a quei livelli e per farlo si sta affidando alla seconda miglior difesa della lega (100 punti di media concessi) e al suo peso specifico sotto canestro che la rende la squadra con più rimbalzi conquistati (50 a match di cui 12 di media per Adebayo). Dietro troviamo Charlotte (5-7) ma in crisi nera con 5 ko di fila. Male anche Gallinari e i suoi Hawks (4-7) e Orlando (3-8).


CENTRAL DIVISION


Chiudiamo il resoconto ad est con la division che al momento vede i campioni del mondo in carica dei Milwaukee Bucks solo terzi con un modesto record di 4 vittorie e ben 6 sconfitte. Davanti ad Antetokounmpo e soci troviamo i Cavaliers (7-4 con 4 vittorie di fila) e i Bulls (7-3), questi ultimi trascinati dal duo DeRozan-LaVine (55 punti in due di media). Chiudono Indiana (4-6) e i Pistons che con una vittoria e 8 sconfitte vantano il peggior record della eastern conference.


NORTHWEST DIVISION


Passiamo alla western conference. Nella divisione nord-ovest i Jazz hanno iniziato sulla falsa riga della scorsa stagione con un ottimo 7-3, nonostante due sconfitte di fila nelle recenti uscite. Utah vanta una squadra molto solida col quarto miglior attacco della lega e la quinta miglior difesa, oltre ad avere in Gobert il miglior rimbalzista del campionato con 16,1 palle recuperate a partita. Denver (6-4) e Portland (5-5) hanno accorciato il gap con i rivali grazie a (entrambe) due vittorie di fila. Nello specifico i Nuggets sono la squadra che ha concesso meno punti in questa primissima parte di stagione con soli 98 punti di media subiti a partita. Poca cosa al momento invece T’Wolves e Thunder, entrambe con 3 vittorie e 6 sconfitte.


PACIFIC DIVISION


In quella che di fatto, a livello di valori assoluti è la division più dura della western conference, la lotta è davvero combattuta. In testa troviamo i Golden State Warriors col miglior record della lega (9-1). I californiani sono a dir poco spettacolari e vantano il miglior attacco della lega e un Steph Curry ancora indomabile capace di segnare 4,8 triple a partita. Dietro con un record di 6-3 ci sono i vice campioni del mondo dei Suns trascinati, in filotto positivo così come la squadra della baia, e trascinati dagli assist (12 di media) del solito Chris Paul. Arrancano le due Los Angeles rispettivamente a 5-4 (Clippers) e 6-5 (Lakers). Chiude a 5-6 Sacramento che però nonostante l’ultima posizione in division al momento sarebbe in ballo per i play-in.


SOUTHWEST DIVISION


Ultimo squadra alla situazione a sud-ovest: in questa che, numeri alla mano, è la divisione che al momento darebbe meno squadre alla post season (solo 2), citiamo l’agguerrita lotta per il primo posto fra Dallas (7-3) e Memphis (6-4). Dietro di loro praticamente il vuoto con squadre che hanno tutte un record abbondantemente sotto il 50%: nell’ordine gli Spurs (3-7) i Rockets (1-9) e i Pelicans che con una vittoria e 10 ko sono la peggiore squadra della lega.


I PROSSIMI MATCH DI NBA SU LOGINBET


Sono solo 3 i match in programma questa notte e tutti ovviamente disponibili su Loginbet: si parte all’1,30 col big match tra Phila e Milwaukee che vede i campioni in carica favoriti a 1,35 nel testa a testa. Visto però l’inizio di stagione decisamente agli antipodi e il fattore campo pro Sixers, ci aspettiamo un match più equilibrato di quanto non si pensi. Alle ore 3 sarà la volta di Gallinari e i suoi Hawks che faranno visita a Utah. In questo caso le quote sono tutte a favore dei padroni di casa bancati a 1,28 nel testa a testa. Interessante inoltre notare come i Jazz abbiano vinto tutti gli ultimi 4 scontri diretti contro Atlanta. Alle ore 4 si chiude il palinsesto della nottata NBA col match più incerto dei tre ovvero Clippers-Blazers coi losangelini di poco avanti a 1,66. Quattro vittorie di fila per i californiani e 2 per Portland. Chi delle due formazioni proseguirà il trend positivo?


NBA LIVE OGNI NOTTE SU LOGINBET, DOVE VEDERLA IN DIRETTA TV E STREAMING?



L’NBA 2021-2022 è visibile ogni notte in diretta tv su Sky e in diretta streaming su Sky Go. Il sito ufficiale della lega mette inoltre in vendita l’NBA pass che dà la possibilità di vedere in diretta e on demand tutte le partite di regular season e playoff. Ogni notte su Loginbet saranno presenti le scommesse live sui match in programma. In questo modo potrete giocare in tempo reale sulle quote che cambieranno in base a quello che accadrà sui parquet più infuocati d’America.