• LoginBet Staff

Euro 2020: oggi in campo Slovacchia-Spagna, Svezia-Polonia, Germania-Ungheria e Portogallo-Francia

Ieri abbiamo assistito alle vittorie di Croazia e Inghilterra che hanno promosso le due formazioni agli ottavi di questi Euro 2020.

Oggi si chiude la fase a gironi con l’ultima giornata dei gruppi E ed F dove spicca il big match Portogallo-Francia. Al termine delle sfide di questa sera avremo il quadro completo delle qualificate al prossimo turno.


In questo articolo trovate le indicazioni dei traders di Loginbet con le quote 1x2 dei 4 match, le probabili formazioni e tantissime statistiche che potranno esservi utili per le vostre scommesse.


SLOVACCHIA - SPAGNA (15,00) X (6,30) 2 (1,21) su Loginbet


Gruppo E, Siviglia Ore 18.00


La Slovacchia ha vinto solo uno dei sei match contro la Spagna (1N, 4P): successo casalingo in una gara di qualificazione al Campionato Europeo nell'ottobre 2014 (2-1). Questa sarà la loro prima sfida tra Mondiali e Europei. La Spagna ha vinto tutte le tre sfide casalinghe contro la Slovacchia, segnando 11 gol e subendone due. La Slovacchia è rimasta imbattuta nell'ultima partita della fase a gironi in entrambi i due precedenti grandi tornei disputati: vittoria 3-2 contro l'Italia ai Mondiali del 2010 e pareggio 0-0 con l'Inghilterra a EURO 2016. Ha superato la fase a gironi in entrambe le occasioni. La Spagna ha pareggiato entrambe le partite di EURO 2020; nella storia del Campionato Europeo, solo una squadra ha pareggiato tutte e tre le partite nella stessa fase a gironi: il Portogallo nel 2016, che poi vinse quell’edizione.


La Slovacchia ha effettuato 10 tiri senza centrare lo specchio della porta nella sconfitta per 0-1 contro la Svezia; questo è stato solo il quinto caso in cui una squadra ha effettuato 10+ tiri, di cui zero in porta in una partita agli Europei dal 1980 – la precedente era stata la Croazia contro il Portogallo a EURO 2016 (17 conclusioni, 0 in porta). Štefan Tarkovic è uscito sconfitto solo in due delle 11 partite alla guida della Slovacchia (4V, 5N), una delle quali contro la Svezia; gli slovacchi potrebbero perdere due partite consecutive per la prima volta con l’attuale CT. La Spagna ha pareggiato tutte le ultime quattro partite tra Europei e Mondiali; tra le nazionali europee, solo l'Italia (cinque tra il 1980 e il 1982) ha infilato una striscia più lunga di pareggi di fila.


Il terzino slovacco Peter Pekarik ha collezionato la 103ª presenza in nazionale nella sconfitta per 1-0 contro la Svezia. Potrebbe eguagliare Martin Škrtel (104), al terzo posto dei calciatori con più match con la Slovacchia. Sopra di loro solo Marek Hamšík (128) e Miroslav Karhan (107). La Spagna ha sbagliato cinque degli ultimi otto rigori calciati agli Europei (esclusa la lotteria dei rigori), striscia iniziata nel 1984. Dal suo debutto in nazionale nell'ottobre 2019, Gerard Moreno ha preso parte a nove gol con la Spagna (cinque gol, quattro assist), più di ogni altro giocatore con La Roja nel periodo.


PROBABILI SLOVACCHIA - SPAGNA


SLOVACCHIA (4-2-3-1): Dubravka; Pekarik, Satka, Skriniar, Hubocan; Kucka, Hrosovsky; Haraslin, Hamsik, Mak; Duda.


SPAGNA (4-3-3): Unai Simon; Marcos Llorente, Laporte, Pau Torres, Jordi Alba; Thiago, Busquets, Fabian Ruiz; Dani Olmo, Gerard Moreno, Ferran Torres.

SVEZIA - POLONIA 1 (2,75) X (3,20) 2 (2,63) su Loginbet


Gruppo E, San Pietroburgo Ore 18.00


La Svezia ha vinto nove delle ultime 11 sfide contro la Polonia (1N, 1P), comprese tutte le ultime cinque. L'ultimo successo polacco risale a un'amichevole casalinga dell'agosto 1991 (2-0). L'unico precedente tra Svezia e Polonia tra Europei e Mondiali risale al secondo turno della Coppa del Mondo 1974; i polacchi vinsero 1-0, grazie al gol di Grzegorz Lato. La Polonia arrivò terza, in nessun altro grande torneo ha fatto meglio e Lato vinse la Scarpa d'Oro (7 reti). Nessuna delle precedenti 26 sfide tra Svezia e Polonia è terminata a reti inviolate.


La Svezia ha mantenuto la porta inviolata nelle due partite di questo Europeo – l’ultima volta che ha superato la fase a gironi senza subire gol in un torneo tra Europei e Mondiali risale alla Coppa del Mondo del 1974. La Polonia ha vinto solo una delle ultime nove partite (4N, 4P), successo contro Andorra per 3-0 a marzo. Infatti, la striscia di cinque match di fila senza successi (3N, 2P) è la più lunga per la Polonia dal novembre 2018 (sei). 23 dei 26 gol della Svezia agli Europei sono stati segnati nel secondo tempo (88%), record in percentuale tra le nazionali con almeno tre gol nel torneo. La Polonia ha vinto l'ultima partita della fase a gironi in entrambi gli ultimi due tornei tra Mondiali ed Europei, successo contro l’Ucraina a EURO 2016 e il Giappone ai Mondiali 2018. I polacchi potrebbero però rimanere senza alcuna vittoria in una fase a gironi di questi tornei per la prima volta da EURO 2012.


Emil Forsberg ha realizzato entrambi gli ultimi due gol della Svezia tra Europei e Mondiali, segnando il gol vittoria per l’1-0 contro la Svizzera ai Mondiali del 2018 e contro la Slovacchia nel secondo match di EURO 2020. Forsberg potrebbe anche trovare il gol in due match di fila con la sua nazionale per la seconda volta, in precedenza contro la Francia a novembre 2016 e la Bielorussia a marzo 2017. Robert Lewandowski ha preso parte a 14 gol nelle ultime 12 partite da titolare con la Polonia (10 reti, quattro assist). Nessun giocatore polacco ha realizzato più gol dell’attuale attaccante del Bayern Monaco agli Europei (tre), record alla pari di Jakub Blaszczykowski. Lo svedese Alexander Isak ha registrato sei dribbling riusciti nella vittoria per 1-0 contro la Slovacchia, record per un giocatore svedese in una partita agli Europei dai tempi di Tomas Brolin (sette) contro la Danimarca a EURO 92. Isak non ne ha mai completati più di cinque in un match di massimo campionato in tutta la sua carriera con le maglie di AIK, Borussia Dortmund, Willem II e Real Sociedad.


PROBABILI FORMAZIONI SVEZIA - POLONIA


SVEZIA (4-4-2): Olsen; Lustig, Danielsson, Lindelöf, Augustinsson; Larsson, Ekdal, Olsson, Forsberg; Isak, Berg.


POLONIA (3-4-1-2): Szczesny; Helik, Glik, Bednarek; Bereszynski, Krychowiak, Moder, Rybus; Zielinski; Lewandowski, Swiderski.

GERMANIA - UNGHERIA (1,18) X (7,30) 2 (14,40) su Loginbet


Gruppo F, Monaco di Baviera ore 21.00


Germania e Ungheria si sono affrontate due volte tra Europei e Mondiali, entrambe nella Coppa del Mondo del 1954: successo dell'Ungheria per 8-3 nella fase a gironi e vittoria della Germania Ovest in finale per 3-2 (16 reti in totale). Il match perso 8-3 nella fase a gironi rimane la sconfitta più pesante della Germania nei due tornei. L'unico precedente tra Germania e Ungheria a Monaco di Baviera risale a 110 anni fa, in un'amichevole del dicembre 1911 al MTV-Platz stadium: gli ungheresi vinsero 4-1. Con Joachim Löw, la Germania ha sempre vinto contro l'Ungheria – entrambe le volte in amichevole, con uno score complessivo di 5-0 (3-0 a Budapest, maggio 2010; 2-0 a Gelsenkirchen, giugno 2016). L'Ungheria non ha vinto nessuna delle ultime cinque partite ai Campionati Europei (3N, 2P), l’ultimo successo nel torneo risale al 2-0 contro l'Austria nel 2016. Quella è stata anche l'unica volta che ha mantenuto la porta inviolata in 10 gare agli Europei.


Con i quattro gol realizzati contro il Portogallo, la Germania ha messo a segno 302 reti totali tra Europei e Mondiali; nessun'altra nazionale europea ha ancora raggiunto 200 gol nei due tornei (la Francia è la seconda più alta con 184). La Germania non ha superato la fase a gironi nella Coppa del Mondo di Russia 2018; non è mai stata eliminata nella fase a gironi in due tornei consecutivi tra Mondiali ed Europei. L'Ungheria potrebbe vincere la terza e ultima partita della fase a gironi di un torneo tra Mondiali ed Europei per la prima volta dalla Coppa del Mondo del 1966, quando sconfisse la Bulgaria 3-1. Da allora, non è più riuscita a ottenere il successo nell'ultima gara della fase a gironi ai Mondiali del 1978 (1-3 contro la Francia), ai Mondiali del 1982 (1-1 con il Belgio), ai Mondiali del 1986 (0-3 contro la Francia) e EURO 2016 (3-3 con il Portogallo). Attila Fiola ha segnato due gol nelle ultime quattro presenze con l'Ungheria, dopo non essere riuscito a trovare la rete nelle prime 33 partite con la nazionale.


Fiola (31 anni, 122 giorni) è il secondo giocatore più anziano a segnare con l'Ungheria agli Europei dopo Zoltán Gera (37 anni 61 giorni) contro il Portogallo a Euro 2016. Contro il Portogallo, Kai Havertz è diventato il più giovane marcatore della Germania in un Campionato Europeo, a 22 anni e 8 giorni. In più, potrebbe diventare il quarto giocatore più giovane a segnare in due presenze di fila tra Europei e Mondiali con la Germania, dopo Thomas Müller (20 anni nel 2010), Franz Beckenbauer (20 nel 1966) e Lukas Podolski (21 nel 2006). Roland Sallai ha preso parte a tre gol nelle ultime quattro presenze con l'Ungheria (due reti e un assist), tante quante partecipazioni attive nelle sue prime 20 partite con la nazionale (due gol, un assist).


PROBABILI FORMAZIONI GERMANIA - UNGHERIA


GERMANIA (3-4-3): Neuer; Ginter, Hummels, Rüdiger; Kimmich, Kroos, Gündogan, Gosens; Sane, Gnabry, Havertz.


UNGHERIA (3-5-2): Gulacsi; Botka, Orban, At. Szalai; Lovrencsics, Schäfer, Nagy, Kleinheisler, Fiola; Nikolics, Sallai.

PORTOGALLO - FRANCIA (3,65) X (3,05) 2 (2,22) su Loginbet


Gruppo F, Budapest Ore 21.00


Il Portogallo ha vinto solo una delle ultime 13 sfide contro la Francia (1N, 11P), nella finale del Campionato Europeo 2016, giocata allo Stade de France. Questa sarà la quinta sfida tra Portogallo e Francia tra Europei e Mondiali, la prima però nella fase a gironi; tutti e quattro i precedenti incontri sono stati disputati in semifinale (Euro 1984, Euro 2000, Mondiali 2006) o in finale (Euro 2016). La Francia ha vinto i primi tre, mentre il Portogallo ha alzato il trofeo ad Euro 2016. Le ultime quattro sfide tra Portogallo e Francia hanno prodotto solo tre gol (due per la Francia, uno per il Portogallo). Con il pareggio per 1-1 contro l'Ungheria nel secondo match, la Francia è rimasta imbattuta nel maggior numero di gare dopo essersi trovata in svantaggio all’intervallo nella storia dei Campionati Europei (6: 4V, 2N).


La Francia è rimasta imbattuta in tutte le ultime 11 partite della fase a gironi tra Europei e Mondiali (7V, 4N). Tuttavia, ha sempre pareggiato la terza gara dei gironi nelle ultime tre edizioni di questi tornei. Con la sconfitta contro la Germania per 2-4, il Portogallo è diventato il primo campione in carica nella storia del Campionato Europeo a subire quattro gol in una singola partita della competizione. In più, il Portogallo non aveva mai subito quattro reti in una singola gara nel torneo. Il Portogallo ha perso due delle ultime tre partite tra Europei e Mondiali, una in più rispetto alle precedenti 17 gare in queste due competizioni (8V, 8N, 1P) – l’ultima volta che ha infilato due sconfitte di fila in un singolo torneo risale a EURO 2008. Il portoghese Cristiano Ronaldo non ha mai segnato contro la Francia. Les Bleus sono infatti la formazione contro cui ha giocato di più senza mai trovare la rete a livello internazionale (6 partite, 439 minuti).


Il portoghese Cristiano Ronaldo ha realizzato 19 gol tra Mondiali ed Europei insieme; nessun giocatore europeo ha segnato di più nelle due competizioni (alla pari di Miroslav Klose). In più, Ronaldo ha trovato la rete in 14 match differenti tra Mondiali ed Europei, record tra i giocatori europei insieme a Jürgen Klinsmann e Miroslav Klose. Antoine Griezmann ha segnato 11 reti tra Mondiali ed Europei; solo Michel Platini (14), Just Fontaine (13) e Thierry Henry (12) hanno fatto meglio con la Francia. In più, solo Henry (10) e Platini (10) hanno trovato il gol in più partite diverse nei due tornei con Les Bleus rispetto a Griezmann (9). Il Ct della Francia Didier Deschamps ha segnato solo quattro reti in 103 presenze da giocatore con la nazionale francese; il suo ultimo gol è arrivato contro il Portogallo in un'amichevole del gennaio 1997.


PROBABILI FORMAZIONI PORTOGALLO - FRANCIA


PORTOGALLO (4-3-3): Rui Patricio; Semedo, Ruben Dias, Pepe, Guerreiro; Renato Sanches, Danilo Pereira, Bruno Fernandes; Bernardo Silva, Diogo Jota, Cristiano Ronaldo.


FRANCIA (4-3-3): Lloris; Koundé, Varane, Kimpembe, Hernandez; Pogba, Kanté, Rabiot; Mbappé, Benzema, Griezmann.