• LoginBet Staff

Euro 2020: l'Italia vince e convince nel match di esordio!

Gli Azzurri guidati da Mancini, non mancano l'appuntamento d'esordio di Euro 2020; Turchia battuta 3 a 0 con le reti tutte nel secondo tempo.

Dimostrazione di grande forza della Nazionale di Roberto Mancini, che all'Olimpico di Roma, non delude nel primo match di questo Europeo.


Turchia battuta con tre reti, arrivate tutte nel secondo tempo!


La cronaca del match


L'Italia del CT Roberto Mancini conduce il gioco dal primo minuto, puntando su possesso palla e senza forzare le giocate in attesa dello spunto giusto per far male.

Spiraglio che però non arriva grazie alla buona tenuta della Turchia che prova ad affidare al contropiede la sua strategia d'azione.


La Turchia difende molto bassa e non è facile per l'Italia, trovare i varchi per sfondare.

Da segnalare, un tentativo di Immobile su assist di un ottimo Berardi al 3° minuto ma la palla non gonfia la rete.

Ci provano prima Insigne (che spreca clamorosamente un goal che da quella zolla il talento del Napoli difficilmente fallisce) e poi Chiellini di testa sugli sviluppi di un calcio d'angolo (strepitosa parata dell'estremo difensore turco che mette la palla sopra la traversa).

Il monologo degli Azzurri continua, ma il risultato non si blocca.


Nel finale di primo tempo, un episodio clamoroso, scatena la protesta azzurra:


al 45′ un cross di Spinazzola viene respinto da Celik con il braccio nettamente staccato dal corpo ma, prima l’arbitro olandese Danny Makkelie e poi il VAR negano il calcio di rigore all'Italia.

Si va negli spogliatoi tra le polemiche degli Azzurri, che invitati da CT Mancini a mantenere la calma, provano a ritrovare la concentrazione in vista del secondo tempo.



Nella ripresa, Mancini sostituisce Florenzi con Di Lorenzo; l’Italia attacca a testa bassa e trova finalmente l’agognato vantaggio. Al 53′ Berardi sfonda a destra ed effettua un cross che viene

deviato da Demiral che con un autogol, sblocca il risultato.

E’ un gol preziosissimo, soprattutto perché la Turchia è costretta ad abbandonare l’atteggiamento difensivo e a scoprirsi. La squadra di Mancini ha gioco facile ad affondare i colpi: al 55′ Spinazzola impegna Cakir, al 59′ Berardi mette fuori di poco.


L’Italia domina e la Turchia è in affanno: al 66′ arriva il raddoppio, meritato. Cakir si supera su Spinazzola, ma sulla respinta Immobile è il più veloce di tutti e firma il 2-0.


Si mette più in attesa la squadra di Mancini dopo la seconda rete, mentre la Turchia cerca di prendere in mano il controllo delle operazioni. Cristante sostituisce Locatelli, gli Azzurri continuano a dettare il ritmo e al 79′ arriva il terzo gol che chiude la sfida: Insigne di destro fa tris dopo un errore nel rinvio di Cakir.